Indie Unchained: Life Goes On [Anteprima]

Indie Unchained: Life Goes On [Anteprima]

Bentornati ad un nuovo a crudele appuntamento con Indie Unchained! Perché questo oscuro aggettivo?! Tutto merito di Life Goes On, un puzzle platformer game puramente indie, capace di giocare sul filo di una macabra ironia per portare avanti un concept folle. Volete saperne di più?! Anche noi. Eppure, per ora, dovrete accontentarvi di una demo e di questa anteprima.

Un cavaliere che si rispetti conosce alla perfezione in concetto di respawn.

Life Goes On nasce sulla scia di quella demenzialità black commedy speciale, votata alla dissacrazione della signora con la falce. Il concept dietro lo sviluppo di questo puzzle platformer danza su questo delicato rasoio e, per quanto abbiamo visto nella demo, dimostra di avere una coordinazione invidiabile, giostrandosi con grazia fra i sadici pensieri colorati. Il cavaliere protagonista di questa storia deve semplicemente essere guidato verso un trofeo, un sacro calice, reso letteralmente impossibile da raggiungere da trappole mortali invalicabili per un sol uomo. Armati del concetto di respawn, tutto videoludico, dovremo sfruttare il sacrificio di questo impavido crociato, nonché il suo corpo senza vita, per attivare pulsanti o superare lunghissimi pozzi popolati da lame acuminate. Disturbante, eppure così divertente!
Morire è quindi d’obbligo, l’importante è farlo responsabilmente, al fine di accumulare i famigerati achievement e punti, nonché superare il livello con nera dignità.

Dare un giudizio quadrato dopo aver giocato la demo sarebbe azzardato, considerando che  il titolo appare ancora palesemente in sviluppo. Consigliamo quindi, ai nostri indie-lettori, di evitare la demo e attendere l’opera completa.
Possiamo però dire che Life Goes On ha del potenziale, mostra fantasia ed estro, avendo il coraggio e l’intelligenza di portare con successo un certo tipo di comicità in gameplay, impresa che, ultimamente, manca a tutti gli sviluppatori, dalla tripla A all’indie.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 574 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi