Categorie | News

Darkstalkers ARE dead… almeno per il momento [ari-Capcom]

Darkstalkers ARE dead… almeno per il momento [ari-Capcom]

Esistono casi in cui aspettative irrealistiche da parte dei publisher finiscono per privare gli appassionati di giochi che realmente desidererebbero. Prendiamo il caso di Darkstalkers Resurrection: questa riedizione scaricabile di titoli usciti tra 16 e 18 anni fa non ha venduto tanto quanto Capcom si aspettava, di conseguenza il publisher ha pubblicamente dichiarato che non sentiremo parlare della serie per un po’ di tempo. Nelle parole del manager Matt Dahlgren, “Darkstalkers Resurrection non è andato come si sperava. Non si può mai dire cos’abbia in serbo il domani, ma Street Fighter di certo non è morto. Per quanto riguarda Darkstalkers, invece, sicuramente non c’è nulla in programma per l’immediato futuro”.

Adesso, è comprensibile l’esigenza di tastare il polso del mercato con un titolo come Darkstalkers Resurrection, ma ci chiediamo anche quali fossero le pretese di Capcom nei confronti di titoli oggettivamente vecchi e riproposti usando lo stesso wrapper di Street Fighter III Third Strike Online e Marvel vs Capcom Origin – in altre parole, col minimo sforzo di programmazione. Sono cose di cui i giocatori si accorgono. Chissà, magari mostrare il prototipo di un nuovo Darkstalkers realizzato a partire dall’engine di Street Fighter IV avrebbe sortito effetti migliori, ma a giudicare da quanto Ono ha dichiarato nel corso dell’EVO, Capcom non ha alcuna intenzione di investire a fondo perduto. La voglia di innovare e stupire cede alle esigenze del dio denaro. Che brutta industria sta diventando la gaming industry.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

6 Di risposte a “Darkstalkers ARE dead… almeno per il momento [ari-Capcom]”

  1. Master of Disguise scrive:

    Tutti sul carrozzone dei soldi facili! Next gen da paura di questo passo…

  2. Pablus scrive:

    Amarezza :(

  3. Wargasm scrive:

    Secondo la mia modestissima opinione il problema è molto più grande. E’ una crisi di “genere”. Come è successo nel passato con generi illustri (vedi avventure grafiche) è giunto il momento per i picchiaduro di mettersi il cuore in pace ed essere relegato a genere borderline nel mercato videoludico. Purtroppo credo sia fisiologico per una tipologia che gira che ti rigira è riuscito a evolvere davvero molto poco (quasi niente) rispetto ad altri brand/nuove IP. Lo dicono anche i numeri di vendita con un crollo totale per Tekken, stessa cosa dicasi per SF IV (la arcade edition non l’ha comprata nessuno)che sono i maggiori esponenti del genere. Mortal Kombat ha preso a pizze Tekken 6 e TT2 in termini di vendita…dovrebbe far riflettere; forse prendere in prestito i contenuti (ricchissimi) del titolo Netherealm con un sistema di combattimento migliore potrebbe essere il modo per rivitalizzare il picchiaduro se no…la vedo davvero amara

  4. Kiory scrive:

    Amen, non potrò vedere Morrigan e soci in una nuova veste 3D…. Davvero un peccato.

  5. Hizaki scrive:

    Io il mio dovere l’ho fatto, però é anche vero che un pò di coraggio non avrebbe guastato…magari proprio al lancio delle nuove console…

  6. Kiory scrive:

    E pure io, avrei fatto la pazzia di prenderlo anche su Steam se fosse uscito. Magari avrebbe aiutato il supporto dei PC users…

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi