Inside the Tech #2 – Unboxing e recensione delle CM Storm Ceres 400 [Cooler Master]

Inside the Tech #2 – Unboxing e recensione delle CM Storm Ceres 400 [Cooler Master]

Salve ragazzi di Inside the Game e bentornati a questa seconda puntata di Inside the Tech, la rubrica di inside the Game dedicata a tutti quei gran bei pezzi di hardware che ci aiutano nelle nostre scorribande digitali. Dopo essermi scongelato (o almeno spero) dell’imbarazzo da YouTube e dopo  aver testato la CM Storm QuickFire TK, ovvero la tastiera meccanica di Cooler Master, eccoci tornare nei meandri del brand CM Storm per “spacchettare” e recensire un altro prodotto…siete pronti? Play!

—————————————————————————————————————————————————

Dopo una tastiera, oggi vedremo insieme un bel paio di cuffie da gioco, ovvero le CM Storm Ceres 400. In particolare abbiamo testato la nuova edizione in bianco rilasciata il 24 Aprile perché, come sappiamo bene, il bianco va su tutto (o per lo meno è una di quelle cose da fashionista che ogni tanto si sente dire). Comunque parliamo di questo prodotto Cooler Master dedicato alla nostra testa da gamer. Come sponsorizzato dall’azienda le Ceres 400 dovrebbero essere delle cuffie estremamente confortevoli, di buona qualità che si inseriscono, con il loro prezzo concorrenziale, dentro la fascia media degli headphone da gioco. Come ho avuto modo di provare in questi giorni posso dirvi che per essere delle cuffie lanciate sul mercato al prezzo (più che abbordabile) di 49,90$…in Italia circa 39.90€…la cura dei dettagli e la qualità del prodotto mi hanno positivamente colpito. Anche se purtroppo la sorte ha voluto che testassi queste cuffie nella stagione sbagliata.

DATI TECNICI:

CM Storm Ceres 400

Cuffie:
Frequency Response: 20 – 20.000 Hz
Sensitivity (@1kHz, 1V/Pa): 108dB +/- 4dB
Imput Power: 100 mV
Connettori: 3,5 mm jack
Lunghezza del cavo: 2,5 m

Microfono:
Omni-Direzionale
Frequency Response: 100 – 10.000 Hz
Signal to Noise Ratio: 50dB
Sensitivity (@1kHz, 1V/Pa): -30dB +/- 3dB

Come ho detto durante il video-unboxing le cuffie presentano un cavo di 2,5 metri comprensivo di un doppio jack da 3,5 mm e un sistema di controllo con rotellina per il volume e slide per accendere e spegnere il microfono incorporato. Ed è proprio in questa parte del prodotto che ho trovato i principali, anche se non così gravi, difetti del prodotto stesso. Infatti se un cavo da 2,5 metri aiuta molto chi gioca distanziato dal computer, per chi come il sottoscritto (e molti altri) invece si trova la presa jack a pochi decimetri di distanza il cavo può diventare un bella scocciatura. Sopratutto se si utilizzano le Ceres 400 con un notebook allora dovremo trovare una soluzione per organizzare il cavo che tenderà a caderci dalla scrivania più volte. L’altro difetto, ma questo è giusto il pelo nell’uovo, è la mancanza di simboli sui jack e questo può far sbagliare gli attacchi, inserendo il cavo delle cuffie in quello del microfono e viceversa. Anche perché la colorazione differenziata nelle rifiniture (verde e rosa chiari) è visibile solo se ben illuminata…e vi assicuro che la sera si sbaglia molto spesso. Le cuffie in se invece sono veramente comode e robuste come dichiarato. La loro presenza di giunture, adattamenti e rivestimenti in stoffa rendono l’uso quotidiano con questo prodotto veramente pratico. Ma come ho già spiegato anche nel video, l’utilizzo dei rivestimenti in stoffa con la gommapiuma (o qualunque altro materiale morbido contenuto all’interno) rendono l’utilizzo estivo delle CM Storm Ceres 400 un momento di pura goduria termica. Infatti sarà praticamente impossibile non sudare durante sessioni di gioco / video / musica superiori alla mezz’ora. Difetto che comunque presentano quasi tutte le cuffie di questa consistenza, o meglio tutte quelle che coprono interamente l’orecchio (con i suoi padiglioni da 90 mm). Il microfono prendere bene la nostra voce in maniera distinta, anche se tende a distorcere un po’ la voce se parliamo alto o se abbiamo modificato l’acquisizione audio dalle impostazioni.

Cavo Ceres 400

CONCLUSIONE: Se volete delle cuffie di buona qualità ad un prezzo decisamente abbordabile, le CM Storm Ceres 400 sono quelle che fanno per voi. La buona qualità in cuffia e la ricerca di un buon comfort complessivo nell’utilizzo ne fanno un’ottima scelta per il gaming (e non solo) su PC e Notebook. Se siete invece dei patiti della qualità audio (sopratutto per quanto riguarda il microfono) e non volete scendere a compromessi forse è bene cercare qualcos’altro.

TEST: Ho testato le cuffie per due settimane effettuando lunghe sessioni di gioco con XCOM: Enemy Unknow e Sleeping Dogs, alle quali ho affiancato un utilizzo costante con musica e film. In particolare ho usato Les Miserables per valutare al meglio la qualità complessiva del suono.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 325 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

3 Di risposte a “Inside the Tech #2 – Unboxing e recensione delle CM Storm Ceres 400 [Cooler Master]”

  1. Paciocco scrive:

    Ma un’immagine più carina per la rubrica?
    Questa è da brivido. :D

Trackbacks / Pingbacks

  1. […] integrato del mio ASUS, sia con le CM Storm di Cooler Master, sia nella versione Pitch che nell’edizione Ceres 400. La versione di gioco che ho utilizzato principalmente è la 0.5.936 Inside The Game | Blog con […]


Rispondi