Categorie | Annunci, GamingCulture, News

Hotline Miami 2, la demo è stata auto-censurata per evitare polemiche [Dennaton Games]

Hotline Miami 2, la demo è stata auto-censurata per evitare polemiche [Dennaton Games]

Che le tematiche all’interno dei videogiochi stiano maturando è ormai sotto i nostri occhi, anche se le produzioni tripla A raramente osano uscire dagli stantii canovacci di complotti internazionali (orditi da russi cattivoni o da terroristi rigorosamente arabi) con giusto qualche modesto inserto di natura sessuale. Basta pensare a quanto hanno fatto scalpore quelle mediocri scene di sesso in Mass Effect, sopratutto se confrontate con quelle ben più piccanti di The Witcher 2. To the Moon ci ha dimostrato come si può parlare di temi complessi come la disabilità, la malattia e il fine vita con un 2D pieno di pixel e un po’ di sano umorismo, quando serve. Eppure nonostante questo bel percorso, che sta dando i suoi frutti come in Bioshock Infinite, ancora dobbiamo sentire di programmatori che preferiscono censurarsi per evitare prevedibili e stupide polemiche.

Infatti Dennaton Games ha cancellato dalla demo di Hotline Miami 2: Wrong Number (in uscita nel 2014 su PC, PS4 e PS Vita) un pezzo in cui si vedeva l’inizio di uno stupro. Tale parte, inserita all’interno di un film, è stata rimossa dagli sviluppatori per via delle reazioni pretestuose che i media hanno tenuto appena è stato rivelato il contenuto della demo. Questo è quanto affermato da Dennis Wedin, il co-creatore del gioco, a Rock Paper Shotgun: “Non abbiamo inserito questa scena solo per creare un contenuto controverso, ha un significato in base a quello che c’è tra questi due personaggi, c’è qualcosa dietro a questa scena. L’abbiamo rimossa dalla demo, ci lavoreremo e vedremo se potremo sistemarla“. Cinema, fumetti e libri ci hanno abituati a contenuti forti, crudi e alle volte anche disturbanti, ma se un videogioco osa avventurarsi al di fuori dei suoi limiti è sempre pronto il fuoco di sbarramento operato da benpensati e tabloid. Ovviamente sta anche al coraggio dei programmatori non curarsi degli ormai triti slogan contro i “videogiochi violenti”, ma dimostra quanto la definizione di “giochino per bambini” pensi ancora sulle spalle del medium.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 325 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

5 Di risposte a “Hotline Miami 2, la demo è stata auto-censurata per evitare polemiche [Dennaton Games]”

  1. eon_one scrive:

    possoooo?!!?

    … posso…

    mi vien in mente un episodio di parecchi anni fa successo a Porta a Porta; se non erro era il caso (il periodo era quello) del caso Omar e Erika; nello studio c’erano professoroni, mega psichiatri, ma soprattutto gli avvocati sia della difesa che dell’accusa;

    dopo una analisi di quello che successe (all’epoca Vespa non usa i famosiplastici), una psicologa invitata a discutere del caso e ovviamente dopo aver letto fascicoli depositati per il processo se ne uscì con:
    ” […] e pensate che Omar, aveva UN disco di MARYLIN MANSON!!!”

    alchè l’avvocato della difesa (giustamente più informato del caso e giustamente faceva il suo lavoro) replicò con:
    “se dobbiam dare una colpa alla musica, diamola a Battisti, visto che aveva l’intera discografia in bella vista…”

    scoppiò il delirio puro!

    • Va beh è come quando in un celebre omicidio per debiti di droga venne fuori una copia di Manhunt…e quindi giù pagine e pagine di attacchi a Rockstar e ai videogiochi violenti, commenti dotti di psicologi acculturatissimi e affermazioni sprezzanti di politici integerrimi.

      Il gioco venne ritirato da buona parte degli store inglesi e condannato sulla pubblica piazza dalla gggente come mandante morale dell’omicidio.

      Morale della favola: il gioco era della vittima!

  2. lukesca scrive:

    l’nfl mi piace un casino!
    da quando si leggono notizie alla cazzo in questo forum,
    molto meno :(

  3. Johnd641 scrive:

    free cell phone number lookup by name You can certainly see your
    ekbkfdfeeckd

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi