Categorie | Annunci, News, Video e Trailer

Swery65: “Perchè D4 sarà rivoluzionario… e perchè sarà esclusiva Xbox One”

Swery65: “Perchè D4 sarà rivoluzionario… e perchè sarà esclusiva Xbox One”

L’eclettico Swery 65, il giapponesissimo game designer che ha regalato al mondo Deadly Premonition, sta per tornare con un titolo in esclusiva Xbox One (botolONE per gli amici).

Abbiamo potuto gustare il trailer durante la conference dell’E3 2013, e abbiamo appreso in quell’occasione che la trama sarà quella di un thriller psicologico diviso in episodi, giocabili con il Kinect 2.0

Oggi, finalmente, abbiamo qualche notizia in più! Innanzitutto ci viene spiegato che, per la prima volta in un videogioco, con D4 (Dark Dreams Don’t Die) metteremo in gioco le nostre emozioni… sul serio! Tutti i dialoghi, gli interrogatori o i momenti  in cui dovremo interagire con altri personaggi saranno altamente influenzati dal nostro modo di porci davanti alla TV.

Il Kinect 2.0 è in grado di leggere i movimenti delle mani, delle dita, la nostra postura quando siamo seduti o in piedi e il tono della voce, e questo ci permetterà di dare ai png all’interno del gioco chiare indicazioni sui nostri stati d’animo e sulla convinzione delle nostre parole. Sulla carta tutto molto molto bello, ma ovviamente dopo la scottatura presa col primo Kinect ci andiamo cauti con l’hype. Certo è che accaparrarsi il nuovo lavoro di uno sviluppatore che ha collezionato “10/10″ un po’ ovunque è stata senza dubbio un ottima mossa per la casa di Redmond.

Ma a sentire Swery, il gioco proprio non avrebbe potuto essere multipiattaforma! Ciò che ha in mente e che sta realizzando (ricordiamo che il primo episodio dovrebbe essere previsto per la prima metà del 2014) si può ottenere solo con la precisione del Kinect 2.0, che permetterà al giocatore di immergersi in prima persona nell’inquietante mistero che andrà dipanato nel corso dell’avventura.

WE WANT TO BELIEVE. Se non altro, con tutto questo parlare di next-gen, per una volta abbiamo un progetto che non punta esclusivamente alla potenza grafica bruta.

Go, Swery, Go!

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 351 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi