Indie Unchained: Detective Case and Clown Bot in: Murder in the Hotel Lisbon [Anteprima]

Indie Unchained: Detective Case and Clown Bot in: Murder in the Hotel Lisbon [Anteprima]

Cari Insiders, ben trovati ad un nuovo appuntamento con Indie Unchained, rubrica dedicata al mondo indipendente che, quando ne ha voglia, esplode con una carica di news, anteprime e immagini scottanti. Non chiudetevi in bagno ed evitate di preparare fazzolettini assortiti, non state per ricevere quel tipo di eccitazione, anche se ognuno reagisce a suo modo e noi non siamo certo qui a giudicare. Per questo appuntamento parleremo della nostra esperienza con la versione beta preview di Detective Case and Clown Bot in: Murder in the Hotel Lisbon, punta e clicca sviluppato dallo studio Nerd Monkeys, sulle tracce dei fasti del passato. Pronti?

Viaggiare nel tessuto temporale videoludico

Viaggiare attraverso le maglie del tessuto temporale non è cosa da tutti. La porta temporale della Horizon Labs continua a creare danni e paradossi, Homer Simpson non saprà mai di essere stato in un mondo dove piovono ciambelle e Lucas Arts è stata smantellata dal fantasma orecchiuto del topo Disney e non tornerà mai più. Viaggiare nel tempo non è facile e Doc avrebbe voluto prestarci la sua DeLorean, direzione anni 90’, epoca in cui gli sviluppatori erano capaci farlo con il semplice ausilio di un WC chimico, alieni fosforescenti, demenziali situazioni e tre nerd della peggior specie; ma sarebbe stato tutto vano, non si può vivere nel passato. Bisogna andare avanti a creare e innovare, evitando accuratamente i Monkey Island Telltale, e ricercando ristoro in The Walking Dead, ma bramando avidi di desiderio il ritorno dell’annunciato Broken Sword 5.
Nerd Monkeys è una casa di sviluppo indie saggia e guarda al passato cercando di rubare qualcosa per cambiare il futuro e non semplicemente per tornare a crogiolarsi in un tempo in cui tutto, per noi appassionati del punta e clicca, era meraviglioso. Il loro titolo si basa su un’alchimia perfetta composta da una miscela di elementi di base che si rifanno al classico, fino a giungere ad un gameplay più moderno. Detective Case è permeato di elementi di comicità demenziale, citazioni al mondo videoludico, cinematografico e musicale. Dopo pochi minuti di gioco capiamo come, seppur presentandosi in una veste semplice, il gioco offra tantissimi spunti d’intrattenimento: linee di dialogo brillanti, easter egg nascoste nello scenario e coinvolte in siparietti comici, caratterizzazioni dei personaggi ecc.
Il titolo prende a piene mani dal passato, riportando sul monitor cose che mancavano da parecchio nel genere, come ad esempio le brevi scene d’intermezzo fra un cambio di ambiente e l’altro. La caratterizzazione di ogni personaggio e ambiente diventa fondamentale, rendendo ogni dialogo curioso e interessante da scoprire, evitando il piattume tipico delle produzioni di nicchia che sopravvivono all’abbandono dell’avventura grafica. Tutto rifiorisce, sembra quasi di scorgere ancora le prime risate vissute in compagnia di Day of the Tentacle e Sam & Max, produzione con cui ha molto in comune considerando che il plot riguarda una coppia d’investigatori e un caso intricato.
Sfortunatamente non possiamo tessere ulteriori lodi, considerando che molte altre opzioni di gioco sono nascoste e non ancora accessibili, poiché gli sviluppatori non volevano farci vivere troppo l’avventura, lasciandoci così l’acquolina in bocca per il lancio.

screenshot_anim_02

Il punto “G” dell’avventura grafica

Come tutti ben sappiamo, il genere è stato ribaltato così tanto da aver generato controverse dispute sul fronte gameplay. Come visto in sede di anti-Recensione, anche un ottimo titolo come The Walking Dead perde molto del genere, “limitando” la sua riuscita al sistema di scelte, alla trama e sostanzialmente a tutto ciò che gira attorno al mondo zombificato. Poca ciccia. Vogliamo parlare di Heavy Rain e dell’ultimo nato Beyond???! No!
Nerd Monkey mostra una bella furbizia, proponendo un gameplay ibrido, inserendo le idee migliori dell’ampio spettro videoludico in una logica semplice e classica. In Detective Case troviamo gl’interrogatori alla L.A. Noire, dove dovremo far capitolare il nostro testimone o sospetto, associando la nostra domanda ad un oggetto dell’inventario, magari qualcosa trovato sulla scena del crimine. Potremo inoltre decidere se impersonare l’Investigatore Case o Clown Bot, la nostra spalla, per giungere al nostro scopo. Diverse domande, diverso approccio, diversa efficacia. Conseguenze? Si tratta di trovare la giusta leva, è pur sempre un puzzle e non quello che avrebbe voluto essere L.A. Noire.
I comprimari ci daranno accesso a delle “quest secondarie”, o per meglio dire piccoli casi paralleli alla trama principale. Aspetto che non abbiamo approfondito in attesa della versione definitiva, ma che potrebbe riservare interessanti sorprese.
Nella mappa esistono dei collezionabili, oggetti da raccogliere che sbloccheranno … bah, forse un siparietto idiota sul passato del protagonista!

Nerd Monkey mette in piedi un gameplay non usuale e incredibilmente ben costruito sfruttando un’ossatura classica, senza complicare il pane e cercando di tenere tutto sul piano del puzzle, evitando contaminazioni estreme.

Guappata Indie

Ebbene sì, ritorna questo punto, poiché nel mondo indipendente non esiste solo il pericolo della guappata intellettuale, ma anche di quella indie, più tipica del genere. In molti snobberanno questo titolo proprio per l’impatto grafico, palesemente incentrato a richiamare i fasti elogiati in introduzione. Gli sviluppatori lo fanno però con gusto ed intelligenza, consci di eseguire una manovra che non solo gli permette di fare un omaggio, ma anche di lavorare con più facilità al disegno più grande. Cercare una grafica moderna e zoppicare nello sviluppo sommario, come Erica Reed, o mantenersi su standard semplici e offrire un intrattenimento migliore, come Primordia??? La nostra risposta è chiara!

Il titolo è in versione beta, quindi su premessa dello studio, ha ancora qualche bug ed errore di localizzazione, ma sommariamente siamo su buoni standard.

Detective Case and Clown Bot

Nerd Monkeys ha creato un mondo di gioco originale, fresco, divertente e dal gameplay mirabile. Nulla sembra essere lasciato al caso e non vediamo l’ora di provare l’opera completa per poter portare a compimento quello che si promette essere come uno dei migliori punta e clicca usciti negli ultimi anni. Per chi volesse assicurarsi il titolo, c’è una bella offerta per il pre-order sul sito ufficiale.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 574 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi