Spike VGX 2013, tutti i video e gli annunci della scorsa notte li trovate qui! [trailer]

Spike VGX 2013, tutti i video e gli annunci della scorsa notte li trovate qui! [trailer]

Ormai rientrano a buon diritto tra gli appuntamenti fissi nel calendario annuale di ogni videogiocatore, ed anche la scorsa notte, Spike TV ci ha regalato un’altra memorabile edizione dei suoi Video Game Awards, stavolta ribattezzati semplicemente VGX 2013. Numerose novità sono emerse dallo spettacolo, divise tra interessanti anteprime di gameplay dei titoli più attesi nel vicino futuro, ed annunci di portata più o meno eccezionale a seconda delle aspettative. Ciò che si è notato, e lo diciamo con un po’ di rammarico, è che praticamente nessuna tra le novità di cui sopra proveniva dal Giappone: cosa indica il silenzio di Capcom, Konami, SEGA o Square-Enix? Mentre formulate una possibile risposta al quesito, Inside the Game vi rimanda a quanto si è visto solo poche ore fa dagli studi televisivi di Los Angeles. Roll the cameras, and… ACTION!!

Nota bene: l’embed dei video da GameTrailers è piuttosto lento. Servirà qualche istante di attesa per vedere comparire tutte le clip, per cui lasciate caricare la pagina con comodo, magari sorseggiando un buon caffé.

Tomb Raider: Definitive Edition [Crystal Dynamics, Eidos/Square-Enix] - Confermata la riedizione in Full HD del nuovo titolo dedicato alle origini di Lara Croft. Oltre al dettaglio aggiuntivo garantito dall’alta risoluzione, il titolo aggiungerà ai suoi scenari intemperie più realistiche; inoltre, tutti i contenuti scaricabili del gioco saranno inclusi nel pacchetto insieme a versioni digitali dell’artbook e del prequel a fumetti “The Beginning”. Per Amazon, la Definitive Edition uscirà giorno 28 Gennaio su PS4 ed Xbox One.

LEGO Movie The Videogame [TT Games, Warner Bros] - Sviluppato dalla solita TT Games, sarà un adattamento dell’omonimo film in computer grafica che uscirà nel 2014. Per la prima volta nella serie, le ambientazioni saranno integralmente costituite da mattoncini LEGO, mentre i vari protagonisti si distingueranno in base ai modi in cui potranno manipolare i mattoncini stessi; dovrebbe trattarsi di novità sostanziali sul piano del gameplay. Le piattaforme interessate sono PS3, Xbox 360, PS4, Xbox One, Nintendo 3DS, PS Vita e PC Windows.

Tales from the Borderlands [Telltale Games, Gearbox Software] – Già, è cascata a terra la mascella anche a noi appena lo abbiamo saputo. Un’avventura grafica in stile Telltale basata sul folle universo di Borderlands? Non abbiamo neppure bisogno di conoscere i dettagli: siamo già a bordo! Del resto, non ci sono altri dettagli se non la conferma che si tratterà di un gioco episodico distribuito nel corso del 2014.

Quantum Break [Remedy, Microsoft] – Gli Spike VGX hanno fatto da cornice al primo trailer di gameplay per una tra le più pesanti esclusive Xbox One in assoluto. Un esperimento sullo spazio-tempo alla Riverside University ha conseguenze catastrofiche, ma ciò non impedisce alla multinazionale Monarch Industries di architettare loschi piani sulla scorta dei dati raccolti: toccherà a Jack Joyce e Beth Wilder, i Mulder e Scully della situazione, impedire che la situazione degeneri più di quanto non abbia già fatto. Salti temporali imprevedibili e superpoteri contribuiranno ad imbastire un tessuto narrativo originale e dalla spettacolarità cinematografica.

Donkey Kong Tropical Freeze [Nintendo] – L’unica rappresentante del Sol Levante agli Spike VGX è forse quella più rispettata, visti gli exploit dei nuovi episodi di Mario e Zelda. Ma stavolta la scena è tutta di Donkey Kong e della sua prossima avventura platform per WiiU, in uscita americana il 21 febbraio. Tra i quattro primati protagonisti è stato svelato Cranky Kong, patriarca dalla veneranda età ma non meno efficace sul campo rispetto ai suoi parenti più giovani.

South Park: The Stick of Truth [Obsidian Entertainment, Ubisoft] – Qui in Inside the Game, The Stick of Truth è uno tra i titoli maggiormente attesi. Sarà per la sua incontenibile scorrettezza, o per il fatto che dietro alle scoregge di Cartman e dei suoi eroici compagni, si nasconde una tra le (potenzialmente) più dissacranti ed ironiche pantomime dei giochi di ruolo – un genere che spesso tende a prendersi un po’ troppo sul serio. L’appuntamento è fissato al prossimo 7 marzo su PC, PS3 ed Xbox 360.

Destiny [Bungie, Activision] – La nuova epopea cosmica di Bungie torna a farsi ammirare in veste giocata, giusto per far capire che nonostante di base si stia usando il collaudato Source Engine, l’esperienza visiva e di gioco in rotta verso le nostre console sarà assolutamente next gen. È ciò che ci auguriamo di cuore, ma con ancora un anno buono di sviluppo di fronte a sé (uscirà a settembre) abbiamo ben pochi elementi sui quali farci un’idea più precisa.

Broken Age [Double Fine] – Dopo aver visto in movimento il figliuol prodigo di Kickstarter, non possiamo che tornare a distenderci beati su una soffice nuvola di goduria. La nuova avventura di Tim Schafer sta venendo su meravigliosamente, e sorpresa tra le sorprese, scopriamo che il giovane protagonista Shay avrà la voce di Elijah “Frodo Baggins” Wood.  Il titolo, che di recente ha subito una scrematura nella sceneggiatura per poter rientrare nel budget, uscirà in due parti, la prima delle quali è in lizza per il mese di gennaio.

The Division [Massive Entertainment, Ubisoft] – Se state ancora li a strabuzzare gli occhi di fronte a Forza Motorsport 5 o a Killzone, forse è perché non ricordate il titolo che più di tutti merita di definirsi next-gen, quantomeno dal punto di vista estetico. The Division poggia sull’engine Snowdrop, una mostruosa tecnologia di rendering che rende francamente difficile distinguere tra immagini di gioco e realtà. Il video qui sopra non è un vero e proprio trailer, quanto piuttosto un documentario tecnico che getta un po’ di luce sul motore grafico ed i suoi trucchi. Non staremo qui a descriverli noiosamente: lasciate che siano i vostri occhi a scoprirli, ne vale davvero la pena.

Game of Thrones [Telltale games, HBO] – Eccolo qui, l’asso nella manica di cui non sapevamo nulla, quello venuto fuori dal niente. L’emittente HBO ha scelto Telltale per realizzare un gioco su Il Trono di Spade, anch’esso un’avventura episodica prevista per il 2014… E noi che ritenevamo già Tales of the Borderlands una figata pazzesca! Abbiamo solo un dubbio: ma con tutto questo lavoro tra le mani, come farà la software house a rispettare il suo fittissimo calendario di sviluppo?

No Man’s Sky [Hello Games] – Ecco, non chiedeteci quali arcani incantesimi di programmazione stiano alla base di questo progetto, ma la sola idea di base è paurosa. Gli autori di Joe Danger promettono un titolo open world in cui a bordo di uno speciale veicolo, il giocatore potrà esplorare un intero universo generato proceduralmente. Stelle e pianeti saranno esplorabili per cielo, mare e terra, con razze aliene ostili da far fuori un po’ ovunque. Non sorprende che la destinazione del gioco siano unicamente le console di nuova generazione, PS4 ed Xbox One. Qualcuno di molto autorevole lo ha addirittura definito game of the show.

Dying Light [Techland, Warner Bros] – Ha il potenziale per diventare il gioco di zombi più incredibile di sempre. Descritto come un incrocio tra Mirror’s Edge, Dead Island e Fallout, Dying Light promette un’autentica esperienza di sopravvivenza con una meccanica giorno/notte che vede cambiare il comportamento dei non morti, e di conseguenza le strategie da adottare per salvare la pelle. L’uscita è lontana (2015), ma già oggi i termini “parkour” e “paura” vi sembreranno terribilmente simili.

Titanfall [Respawn Entertainment, Electronic Arts] – Altra esclusiva Xbox One, lo shooter futuristico di Vince Zampella sfodera un gameplay altamente cinetico che mette insieme la mobilità di Prince of Persia (specialmente in verticale) e l’adrenalina di pilotare potenti mech. In questi video vengono presentate due nuove categorie di Titani, ossia gli Ogre e gli Stryder: riuscirà Titanfall a definire un nuovo standard di qualità per gli sparatutto multiplayer? E soprattutto, come reagirà il pubblico all’assenza di una modalità Campagna che supporti l’universo di gioco? Lo scopriremo il prossimo 13 Marzo.

Thief [Ubisoft Montreal, Ubisoft] – Quando Garrett, il ladro steampunk più figo dell’universo, scopre che la sua amata City è caduta nelle mani di un crudele dittatore, semplicemente non può lasciare che sia. Ma riuscirà il nostro atipico eroe a perseguire i propri interessi, senza restare coinvolto in qualche modo nei crescenti tumulti popolari? A svelarlo sarà Ubisoft Montreal dal 27 Febbraio su PS3, PS4, Xbox 360 e One. Auguriamoci che tutti quei casini incontrati durante lo sviluppo non finiscano per consegnarci un titolo al di sotto del nome che porta.

The Witcher 3: Wild Hunt [CD Projekt, Bandai Namco] – Di abili ladri il mondo è pieno, ma quanti strighi volete che esistano? Questo dato fa di Geralt di Rivia il cacciatore di mostri più figo sulla piazza per default, e CD Projekt sta impegnandosi al massimo per dedicargli un’ultima avventura che sia davvero memorabile. L’aggiunta della componente open world in una struttura fortemente narrativa pone di per sé dei rischi, ma se c’è qualcuno che può integrare le due cose meglio di chiunque altro, senza nulla togliere a colossi come Bioware o Bethesda, è proprio lo studio polacco. Oscuro, intrigante e vasto, The Witcher 3: Wild Hunt si abbatterà su PC, PS4 ed Xbox One nel 2014 con prepotenti ambizioni.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi