Categorie | COPERTINA, Editoriali

Week Game Over: la settimana videoludica raccontata da ITG [01 – 07 dicembre]

Week Game Over: la settimana videoludica raccontata da ITG [01 – 07 dicembre]

È incredibile come basti una serata, per la precisione quella di sabato, per avere in poche ore un quadro generale delle condizioni attuali dell’industria videoludica. Sto parlando degli Spike Videogame Awards 2013 o VGX2013, evento che ha premiato i migliori sviluppatori, i loro giochi e ha trovato anche il tempo per mostrare al mondo alcuni dei titoli che ci accompagneranno nei prossimi mesi. Se le software house al termine di serate come questa si facessero un piccolo esame di coscienza, capire cosa vogliono i giocatori sarebbe meno complicato. Mi sarebbe piaciuto scrivere “facile”, ma la realtà è che noi stessi non sappiamo con precisione cosa vogliamo con la conseguenza che – dobbiamo ammetterlo – qualche piccola responsabilità l’abbiamo anche noi. 

Square Enix, ad esempio, dopo esser tornata a casa a mani vuote a dispetto delle nomination ricevute dall’amatissimo Final Fantasy XIV A Realm Reborn e da Tomb Raider, dovrebbe farsi qualche domandina. Se il Best RPG of the Year è andato a Ni No Kuni (i fan mi scuseranno, ma è uno dei giochi più sopravallutati degli ultimi anni) forse è il caso di tornare a un gameplay più tradizionale, perché è evidente che i giocatori sentono la mancanza di un genere, quello dei giochi di ruolo, quasi completamente assente sulle console di attuale generazione. Purtroppo, però, questo è un Triste Mondo Malato (un po’ come il programma che piaceva tanto a “Daria“, il cartone animato di MTV) e quindi sempre durante i VGX è stata confermata la Definitive Edition di Tomb Raider per PlayStation 4 e Xbox One: la nuova generazione deve ancora cominciare e già puzza di vecchio. Se alla cara Square, che da qualche tempo conta nel suo organico un membro in meno (Akihiko Yoshida, character creator per Bravely Default, FF Tactics e Vagrant Story) non sono serviti nemmeno i VGX per capire che c’è qualcosa che non va, non resta che sperare in Bravely Default: Where the Fairies Fly: il  gioco, uscito il 6 dicembre per Nintendo 3DS,  non solo sta riscuotendo consensi in Europa e Nord America ma  presto vanterà anche un sequel, Bravely Second.

Naturalmente, i VGX non potevano negare un riconoscimento a GTA V, che è riuscito a trionfare in due categorie, ovvero Best Soundtrack e, soprattutto, Game of the Year. Ironia della sorte, proprio questa settimana il gioco era stato il bersaglio di un contestato articolo di Giulietto Chiesa, che su ITG è stato abbondantemente commentato da Black Silver e Strider Hiryu. Di GTA V il signor Chiesa pensa tutto il male possibile, d’altra parte siamo certi che Rockstar sapesse a cosa sarebbe andata incontro realizzando un gioco che è tutto tranne che paragonabile a una puntata di Dora l’Esploratrice (e chissà cosa ci farebbe Trevor con Dora). È un peccato che, per parlare di torture, cannibalismo e prostitute, si perda però tutta la parodia dei nostri tempi e dell’America (pensate ai Kung Fu Rainbow Lazer Force) riversata da Rockstar nel suo “capolavoro” (signor Chiesa, mi perdoni se parlo in questi termini di Grand Theft Auto V).

Oltre all’odore di marcio di GTA V, contro il quale si è scagliato Chiesa, presto però torneremo a sentire un altro tipo di puzza, quella dei cadaveri e degli zombie di The Walking Dead – Season 2, il gioco di Telltale che debutterà il prossimo 17 dicembre. Sempre dal palco dei VGX, che l’anno scorso consacrarono il successo della software house premiando gli sviluppatori con il Best Studio Award e The Walking Dead Season 1 con l’award Game of the Year, è stata annunciata una collaborazione tra Telltale e HBO che presto faranno di Game of Thrones un’avventura grafica a puntate. Ironia della sorte (sì, ancora) mentre il nostro Marco “Strider Hiryu” Tinè parlava dei ritardi di The Wolf Among Us e dei problemi di schedulazione di Telltale, la software house si apprestava ad aggiungere altra carne sul fuoco, tra cui anche un’avventura grafica dedicata a Borderlands. All’orizzonte a questo punto si profilano due scenari: o una grande abbuffata di titoli di qualità a un prezzo invitante, o una bella grigliata con tanto fumo e poco arrosto. Iniziamo ad affilare i coltelli: gli antipasti inizieranno ad essere serviti tra una decina di giorni.

Per restare in tema di ritardi e posticipi, però, parliamo di lei: Ubisoft. Infatti, nonostante sia stato quello di Watch_Dogs il posticipo più chiacchierato, la software house rimanda da parecchio tempo il rilascio di un altro gioco, ovvero South Park: The Stick of Truth. Per farsi perdonare, però, dagli schermi dei VGX è stato mostrato un trailer di gameplay che, tra le altre cose, ci dimostra che c’è un po’ in tutti noi: l’importante è seguire la dieta corretta. Il gioco era anche stato nominato come Most Anticipated Game insieme a Titanfall (il vincitore), Destiny (del quale proprio questa settimana era stata ufficializzata la data di uscita), Watch_Dogs e The Witcher 3: Wild Hunt.

Sempre questa settimana, GT6 è diventato finalmente disponibile e, insieme al gioco, sono fioccate le prime recensioni. A quanto pare, il titolo incomincia a mostrare la sua età e invece di essere come il vino, che migliora col passare del tempo, il gioco di corse di Polyphony è più simile a quegli anziani che guardano i lavori in corso sul ciglio della strada e che, col passare del tempo, perdono qualche colpo. È un vero peccato, ma in questo Triste Mondo Malato per molti videogame è così che funziona.

Tutti i vincitori dei VGX 2013

  1. Game of the Year:Grand Theft Auto 5
  2. Studio of the Year: Naughty Dog
  3. Best Shooter:BioShock Infinite
  4. Best Action Adventure Game: Assassin’s Creed 4: Black Flag
  5. Best Sports Game:NBA 2K14
  6. Best Independent Game:Gone Home
  7. Best RPG:Ni no Kuni: Wrath of the White Witch
  8. Best Fighting Game:Injustice: Gods Among Us
  9. Best Driving Game: Forza Motorsport 5
  10. Best DLC: Far Cry 3: Blood Dragon
  11. Best Xbox Game: Brothers: A Tale of Two Sons
  12. Best PlayStation Game: The Last of Us
  13. Best Nintendo Game: Super Mario 3D World
  14. Best PC Game: Gone Home
  15. Best Handheld Game: The Legend of Zelda: A Link Between Worlds
  16. Best Casual Game: Animal Crossing: New Leaf
  17. Best Voice Actor: Troy Baker (Joel in The Last of Us)
  18. Best Voice Actress: Ashley Johnson (Ellie in The Last of Us)
  19. Best Soundtrack: Grand Theft Auto 5
  20. Best Song in a Game: “Will the Circle be Unbroken” by Courtnee Draper and Troy Baker (BioShock Infinite)
  21. Most Anticipated Game: Titanfall
  22. Character of the Year: The Lutece Twins (BioShock Infinite)
  23. Best Mobile Game: Plants vs. Zombies 2: It’s About Time

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 37 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi