Categorie | Annunci, News, Video e Trailer

Bandai Namco annuncia Tales of Zestiria per PS3, uscita europea già confermata [video]

Bandai Namco annuncia Tales of Zestiria per PS3, uscita europea già confermata [video]

Seguendo un po’ le orme di Atlus dal punto di vista della strategia commerciale, Bandai Namco ha confermato che Tales of Zestiria, prossimo titolo “mothership” nella sua lunga serie di jrpg, arriverà su PlayStation 3 entro il 2014. Zestiria andrà a coronare 20 anni di Tales of sul mercato, ed il team vuole assicurarsi di realizzare un titolo all’altezza delle aspettative: la stessa radice “Zest”, che in tedesco sta per “entusiasmo”, è una sorta di dichiarazione di intenti da parte loro. Le vicende di gioco si svolgono nel continente di Glynnwood (Greenwood?), che vede scontrarsi per il potere il Regno degli altipiani e l’Impero Laurence: entrambi i reami possiedono culture e credi differenti, ma condividono un sottostrato costituito dalla cosiddetta “Famiglia del Paradiso”, un’entità invisibile ed incorporea che influenza il mondo e la storia coi suoi poteri. Tutto il popolo di Glynnwood conosce, teme e rispetta la Famiglia del Paradiso.

Come da tradizione, il ruolo di protagonisti tocca a due giovani guerrieri, ossia Slay ed Alicia: il primo è un ragazzo dal cuore puro, contraddistinto da una non comune lucidità d’azione, mentre la seconda è una guerriera di poche parole che dietro all’apparenza cela un carattere fragile. Pare che i draghi rivestano un ruolo centrale nelle loro vicende, ma comprensibilmente Bandai Namco non si è ancora sbottonata in proposito. Al character design ritornano Mutsumi Inomata, Kosuke Fujishima, Daigo Okumura e Minoru Iwamoto, così come Ufotable nell’ambito delle scene animate. Riguardo al sistema di battaglia, si sa soltanto che rappresenta un’ulteriore evoluzione del Linear Motion Battle System; nessun giocatore di vecchia data, insomma, si troverà disorientato in Zestiria. La parte migliore, però, è che sin dall’inizio al gioco è stata data una destinazione internazionale, per cui lo si vedrà certamente in Europa e negli States.

 

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi