Categorie | COPERTINA, Demo, News

Indie Unchained: The Banner Saga [Anteprima]

Indie Unchained: The Banner Saga [Anteprima]

Quanto mi piace invadere gli spazi altrui! Più che un’invasione su lidi dell’Indipendent Monday/Indie Unchained del nostro Kal-El si tratta di un’ospitata, compaio oggi e poi chissà!
Oggi parliamo di The Banner Saga, progetto Indie che nasconde sotto il nome Stoic Studio alcuni esuli di BioWare che, dopo aver collaborato a Star Wars: The Old Republic si sono svincolati, annunciando in tempi rapidi una campagna di raccolta fondi su Kickstarter che li ha portati parecchio vicini al traguardo di un milione di dollari per sviluppare il suo personale gioco di ruolo.

La prima sensazione che si prova all’avvio della versione di prova è assolutamente positiva e fortunatamente distante dagli stereotipi fantasy che spuntano dappertutto in questi tempi: l’ispirazione è evidentemente vichinga e il mondo di gioco da subito affascinante e ricco di peculiarità.
Esso è infatti intrappolato in una morsa gelida e in quello che sembra un eterno tramonto. L’unico modo per spostarsi in relativa sicurezza è viaggiare in carovana, portando con sé tutto il necessario per la traversata, ed è proprio così che facciamo la conoscenza del primo cast di personaggi che potremo controllare, un gruppo eterogeneo di umani e Varl, misteriosi giganti che nelle prime fasi fanno davvero la differenza negli scontri.

TBS_intro

The Banner Saga non è però un semplice GdR, quanto più un progetto parecchio ambizioso di fusione di elementi tipici del genere, come l’avanzamento di livello e i relativi potenziamenti, ad altri estrapolati da contesti del tutto differenti.
Se infatti la gestione dei dialoghi, fatti di risposte multiple, possa sembrare trasposta dal Dragon Age di turno, questa è pronta a stupire perché si rivela più vicina a un libro game che a un videogioco in senso stretto. Portare o meno un personaggio in battaglia potrebbe significare non perderlo e ricevere da questo un insperato aiuto in una fase successiva, per questo gran parte delle decisioni e ripercussioni “instrada” il susseguirsi della vicenda, peraltro non perfettamente delineata nel corso di questa prova.

Non manca una componente più marcatamente gestionale, rappresentata dai viaggi in carovana, che vanno organizzati con scorte alimentari, il giusto mix di guerrieri e cittadini e l’indispensabile Morale per affrontare i tanti ostacoli sul cammino. Tenendolo alto gli spostamenti saranno più rapidi e il riposo sarà fondamentale quanto una tappa forzata, a meno di cadere vittima di imboscate e spiacevolezze assortite.

L’ultima componente di The Banner Saga tende ad essere fondamentale, ed è il combattimento. In queste fasi l’ispirazione è data da titoli come Final Fantasy Tactics, con punti azione da spendere nel turno, ordine di iniziativa e quadrati da occupare per sferrare attacchi da posizioni ottimali. Impossibile non citare X-COM, titolo che ha fatto scuola e da cui sono giustamente ripresi concetti come il maggiore ingombro di quadrati strategici da parte dei Varl, l’utilizzo di abilità speciali e soprattutto l’importanza della pianificazione degli spostamenti che, se realizzata approssimativamente, rende inutilizzabili unità di guerrieri solo perché  troppo distanti dall’azione vera e propria.

BannerSagaArtwork

Nota di merito enorme a Stoic Studio perché sta evidentemente cercando di mettercela tutta sia a livello narrativo che estetico (stretta di mano virtuale per aver creato un mondo interessante partendo dall’ispirazione di due maestri come Earle Eyvind e il nostro caro Don Bluth), senza scordarsi di aspetti fondamentali per un gioco di ruolo che si rispetti e senza sottovalutare che una musica curata è fondamentale per passare tante ore su un titolo. Da rivedere in ottica uscita restano principalmente le animazioni (troppo spesso statiche o palesemente limitate, soprattutto negli scontri) e la libertà che sarà concessa in seguito in termini di viaggi: la mappa sembra vasta ma le possibilità di vagare per ora inesistenti.

L’uscita di The Banner Saga è prevista per il 14 gennaio 2014 su PC.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 884 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi