Categorie | News

Nuove info su MGS V: Ground Zeroes e The Phantom Pain [Game Informer]

Nuove info su MGS V: Ground Zeroes e The Phantom Pain [Game Informer]

Solo ieri vi informavamo della durata di Metal Gear Solid V: Ground Zeroes, un dato che sta facendo discutere tantissimo in Rete, ma l’ultima uscita di Game Informer ha diffuso una serie di notizie davvero interessanti su questa coppia di titoli targati Kojima Productions, e con un po’ di aiuto da parte dei cugini francesi di Gamekyo (merci beaucoup, les amis!), ve le illustriamo a dovere. Siete pronti?

Ground Zeroes

– Il binocolo svolge un ruolo fondamentale nel gioco, e consente di marchiare i nemici . L’opzione è comunque disattivabile dal menu in qualsiasi momento.
– I percorsi di pattuglia sono lunghi ed imprevedibili.
– Il touch pad del Dualshock 4 consente di spulciare velocemente l’inventario.
– Le applicazioni Second Screen/Smartglass mostrano la mappa,  gli obiettivi di missione e riproducono i log audio.
– Ascoltare le comunicazioni radio delle guardie è fondamentale ai fini dell’infiltrazione (non è possibile farlo durante le fasi di allerta).
– La modalità Reflex (lo slow motion alla Max Payne, per intenderci) non semplifica il gioco. È opzionale, e si rende disponibile solo ad arma carica o in assenza di altri obiettivi nelle vicinanze, a parte quello preso di mira.
– Interrogando le guardie, informazioni su item ed obiettivi vengono segnate automaticamente sulla mappa.
– Serve un po’ di tempo per abituarsi alla nuova voce di Snake, ma pare che Kiefer Sutherland abbia spaccato.
– I redattori di GI hanno finito la storia principale in meno di due ore, ma le missioni secondarie aggiungeranno ulteriore longevità.
– Durante le fasi diurne, il FOX Engine dimostra pienamente la sua potenza visiva.
– La versione PS4 è più bella da vedere rispetto a quella per Xbox One.
– La missione Déjà Vu (PS3/PS4) si svolge sempre nel Camp Omega ma il paesaggio circostante, la musica e l’illuminazione ricordano da vicino le atmosfere di Shadow Moses.
– La missione Jamais Vu (360/One) vi lascia affrontare gli Snatchers. Raiden non usa la spada, ma può muoversi più velocemente di Snake.

– The Phantom Pain

– In The Phantom Pain, Hideo Kojima mostrerà tutti gli orrori della guerra, in particolare le mutilazioni.
– Ogni scenario avrà la propria fauna.
– Giocando la carta del mondo aperto, il gioco sarà diviso in missioni sparpagliate in luoghi diversi del mondo.
– In certi luoghi, la presenza di nemici sarà molto ridotta.
– Nel finale di Ground Zeroes [SPOILER – evidenziate il testo in bianco per leggere] compare un’installazione nucleare sotterranea in Sudafrica che probabilmente sarà il cuore della nuova Mother Base. Se così fosse, non si tratterebbe della Zanzibar Land vista nel primo Metal Gear per MSX, situata in Asia Centrale. [FINE SPOILER]
– Tornerà il sistema di recupero Fulton visto in Peace Walker.
– L’interazione con la Mother Base sarà esponenzialmente aumentata. Potrete passeggiare all’interno, intraprendere diverse azioni e visitare via Internet le basi di altri utenti.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi