Categorie | News

Activision impiega 3 studi su Call of Duty, rotazione triennale confermata

Activision impiega 3 studi su Call of Duty, rotazione triennale confermata

Prima c’erano Infinity Ward e Treyarch, adesso si mette in mezzo anche Sledgehammer Games. Il publisher Activision ha confermato che lo studio di Glen Shofield e Michael Condrey (Dante’s Inferno) si inserirà nella routine di sviluppo di Call of Duty, realizzando un titolo ogni tre anni e “regalando” così ai colleghi 12 mesi di sviluppo in più rispetto al loro solito avvicendamento biennale; in altre parole, uscirà sempre un CoD l’anno e teoricamente, dovrebbe trattarsi di titoli più rifiniti per via del prolungato ciclo di sviluppo.

Si dice che 3 è il numero perfetto, giusto? Vedremo allora se questa regola si applica anche all’ambito dei videogiochi: la vera speranza è che oltre a vedere meno bug, i vari studios approfittino del tempo a disposizione per impedire che Call of Duty ristagni dal punto di vista creativo più di quanto già sta accadendo. Ci aspettiamo non solo impegno, dunque, ma anche un po’ di inventiva.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi