Categorie | COPERTINA, Editoriali, mobile

Inside the Tech Mobile #2 – Recensione del Kindle Fire HDX 8.9 [Amazon]

Inside the Tech Mobile #2 – Recensione del Kindle Fire HDX 8.9 [Amazon]

Salve ragazzi di Inside the Game, dopo un altro ragguardevole lasso di tempo torno a calcare le onde digitali del nostro bellissimo sito per portarvi un’altra recensione dedicata al nostro mondo in mobilità. Siamo una generazione frenetica che deve rimbalzare come protoni da una parte all’altra della nostra geografia vitale, tra scuola, lavoro, casa, amici, parenti e ogni tanto anche un barlume di rilassante solitudine. Per questo motivo realtà come smatphone, tablet e console portatili sono diventate centrali per la nostra passione tecnologica ed ovviamente videoludica. Oggi vedremo uno dei tablet più interessanti che sono usciti ultimamente sul mercato, col chiaro intento di porsi non solo come alternativa all’universo Apple, ma anche a quello Android. Stiamo parlando del Kindle Fire HDX 8.9 prodotto da Amazon e quello che segue è quanto ho sperimentato in questo mese di prova su strada.

20140412_162238_Android

Quando parliamo di un tablet esterno alla gamma degli iPad, psicologicamente tendiamo subito a metterlo in confronto diretto con l’universo e l’ecosistema Apple. Ma per il Kindle Fire HDX 8.9 non può valere la classica dicotomia Android vs Apple, proprio per l’impostazione estremamente personale che Amazon stessa ha voluto infondere nei suoi device portatili. Ogni tablet Amazon infatti, nonostante lo scheletro resti legato al sistema operativo di Google, è “ridisegnato” in maniera tale da presentare una user experience molto diversa da quella che si trova sulle altre personalizzazioni di Android che possiamo sperimentare sui tablet Samsung, Asus o di altri produttori. Infatti il Fire OS 3.0, nome in codice Mojito, si rivela come un’esperienza alquanto particolare. Già dalla prima accensione la prima cosa che si nota è l’ottima fluidità dell’interno sistema che scorre sempre liscio come l’olio, all’interno di un’impostazione grafica molto minimale. Nella parte alta dello schermo troviamo una barra di ricerca rapida e catalogazione dei contenuti capace di scandagliare non solo il device ma anche l’App-Shop e lo store online di Amazon. In questa maniera sarà non solo molto facile accedere ai nostri contenuti ma anche ricercare velocemente app e prodotti a cui siamo interessati. Subito sotto troviamo una presentazione orizzontale degli ultimi contenuti installati o utilizzati, e solo facendo uno slide verso l’alto poteremo visualizzare l’elenco di tutte le applicazioni installate sul dispositivo in modo da avviarle, rimuoverle o raggrupparle in cartelle. Facendo uno slide verso il basso invece appare il centro notifiche con l’accesso rapido alle impostazioni di connettività wi-fi, la luminosità, la rotazione automatica o il comodo “Non disturbare” (per disattivare suoni e notifiche). Una modalità molto semplice ma comunque funzionale e fluida che non ha mai creato grattacapi o dubbi a livello di utilizzo

DATI TECNICI:

Processore: Qualcomm Snapdragon 800 2,2 Ghz
Memoria RAM: 2 GB
Storage: 16/32/64 GB non espandibili
Batteria: 12 ore in uso costante / 18 ore in lettura
Fotocamera: 8 MP con flash led (Ant: HD fino a 720p)
Display: 8.9″ LCD IPS, risoluzione 2560×1600 a 339 ppi
Connettività: Wi-Fi dual band e BlueTooth 4.0
Dimensioni e peso: 231 x 158 x 7,8 mm, 374 grammi

Kindle Fire_audio

Ovviamente buona parte di questa incredibile reattività non è da imputare solo ad una buona ottimizzazione del sistema operativo, ma anche ad un hardware capace di rivaleggiare con buona parte dei top di gamma presenti in commercio…iPad compreso. Infatti il Kindle Fire HDX 8.9 monta l’ottimo Snapdragon 800, un quad-core da 2.2 GHz, abbinato a 2 GB di RAM. Questa possente muscolatura ha fatto si che il tablet non mostrasse mai un rallentamento anche in contesti di gaming spinto. In particolare per testare le performance ho scaricato e giocato a GT Racing 2, The Bard’s Tale (ovviamente con il pacchetto HD), Dead Trigger e ad altri giochi meno onerosi come Angry Birds Go!, Monopoly e Worms 2: Armageddon. Ma non è solo da questo punto di vista che il Kindle Fire HDX 8.9 eccelle, infatti anche lo schermo e l’audio del tablet si sono rivelati veramente impressionanti. Lo schermo LCD IPS da 8.9 pollici infatti presenta una notevole risoluzione da 2560 x 1600 a 339 ppi, per chi non masticasse bene questi dati la cosa si riassume in un solo commento: WOW. L’incredibile qualità dello schermo infatti rende l’esperienza complessiva non solo estremamente piacevole ma anche molto appagante, sopratutto giocando. Anche l’audio, sviluppato in collaborazione con Dolby Digital, risulta superiore in qualità e corposità a quello che potuto sperimentare su altri smartphone e tablet. In particolare la disposizione delle casse nel tablet fa si che il suono si possa godere appieno sia tenendo il device in mano che appoggiandolo su superfici rigide. Conclude il tutto una buona fotocamera da 8 MP con flash led, capace di registrare video fino a 1080p, alla quale è abbinata una fotocamera frontale HD per l’acquisizione video fino a 720p, cosa che la rende ottima per le videochiamate con Skype. E per chi lo desiderasse Amazon ha allegato alla gallery anche un buon software per il ritocco delle immagini.

Amazon-Kindle-Fire-HDX-89-7-rear-cam

Tecnicamente siamo a livelli eccelsi per prestazioni, dimensioni e peso…quindi è un tablet da comprare ad occhi chiusi? Io risponderei con un si, ma con qualche doverosa puntualizzazione. Infatti se a livello hardware possiamo promuovere a pieni voti (lode compresa) il Kindle Fire HDX 8.9, vi sono alcune limitazioni e problemi sul fronte software che è bene tenere presente. Infatti si nota immediatamente che Amazon ha voluto distaccarsi fin troppo da Android, rinnegato così quasi tutte le applicazioni sviluppate da Google. Per questo motivo sul device non è presente il Play Store ma l’App-Shop di Amazon e quindi non troveremo applicazioni come Gmail, Maps, Chrome, Calendar e Drive (quest’ultime molto usate in ambito lavorativo), ma quello che francamente da più fastidio è la mancanza dell’app ufficiale di YouTube. In questa maniera si dovrà sempre passare, per la visualizzazione di qualunque video online, attraverso il browser ufficiale di Amazon, ovvero Silk che attualmente presenta alcuni elementi acerbi che dovranno essere corretti, sopratutto sul fronte della stabilità e della visualizzazione delle pagine. La lodevole volontà di Amazon di offrire un’esperienza stabile e ottimizzata ha però il pesante risvolto negativo di rallentare molto sia l’arrivo delle applicazioni che i loro aggiornamenti, sempre in ritardo rispetto ai normali utenti Android. Infatti facendo un rapido controllo tra le versioni del Play Store (sul mio Nexus 5) e quelle sullo store Amazon vediamo evidenti differenze (in data 11 Aprile):

Facebook (App-Shop): ver. 6.0.0.28.28
Facebook (Play Store): ver. 7.0.0.26.28

Twitter (App-Shop): ver. 5.2.1
Twitter (Play Store): ver. 5.4

Skype (App-Shop): ver. 4.4.501.39608
Skype (Play Store): ver. 4.7.0.43514

E l’esempio può essere esteso a quasi tutte le app di cui ho fatto il confronto, tranne forse Spotify e poche altre. In più oltre a questo devo notare anche la mancanza di alcune applicazioni che utilizzo normalmente, come Instagram, BubbleUPnP, OneDrive, ProntoTreno, PayPal e altre. Cosa che mi ha fatto ricordare un po’ i miei tristi mesi con Windows Phone 7.8. Durante la prova ho rilevato anche due problemi, abbastanza gravi, circa il modulo Wi-Fi e la fase di ricarica, ma sono stati ben risolti con l’aggiornamento del sistema operativo. Sul fronte hardware invece l’unica vera pecca è l’impossibilità di espandere la memoria via SD Card.

Kindle Fire taglio

CONCLUSIONI: Il Kindle Fire HDX 8.9 è un vero e proprio prodigio a livello tecnico. Non ho mai provato un tablet così reattivo che montasse al contempo uno schermo e un comparto audio di così alto profilo. Il tutto se lo abbiniamo ad una costruzione sottile e leggera crea una delle migliori user experience che si può avere nel mondo dei tablet. Ma come ho detto ci sono ancora dei problemi sul fronte software dovuti alla forte personalizzazione voluta da Amazon. Ovviamente questi problemi vanno presi con le pinze e non possono inficiare la considerazione finale su questo prodotto, in quanto sono e saranno molto probabilmente risolti nel tempo attraverso gli aggiornamenti. Resta comunque fermo il fatto che il Kindle Fire HDX 8.9 è indubbiamente uno dei migliori tablet ad oggi in commercio, anche se è vivamente sconsigliato agli Android lovers.

TEST: Ho testato il Kindle Fire HDX 8.9 (modello 16 Gb) per oltre un mese come tablet principale. L’ho usato per navigare, giocare e ascoltare musica tutti i giorni, valutando così le prestazioni della batteria, la luminosità dello schermo in contesti diversi e la versatilità in movimento.

 Pagina ufficiale del prodotto: Kindle Fire HDX 8.9

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 325 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi