Categorie | News

Muore la speranza, Blizzard cancella Project Titan [MMO]

Muore la speranza, Blizzard cancella Project Titan [MMO]

Prima che le reazioni delle scorse ore lo facessero notare, francamente non sembrava che i fan di Blizzard serbassero per Project Titan speranze tanto grandi. Del resto, parliamo di un titolo che pure ambendo a rimpiazzare World of Warcraft sul trono degli MMO, non ha mai mostrato nulla di sé dopo essere trapelato nel 2007. Oggi, il team di Anaheim ha deciso di mettere un punto sul discorso: non solo Project Titan è stato definitivamente cancellato, ma a quanto pare non c’è più all’interno dell’azienda la volontà di creare un nuovo MMO sulla breve distanza. Mick Morhaime, presidente di Blizzard, è stato molto eloquente nel commentare l’accaduto…

Quando creammo World of Warcraft, ci sentivamo davvero competenti nella creazione di MMO. Quindi ci proponemmo di creare la cosa più ambiziosa che potessimo mai immaginare, ma quel qualcosa non ha trovato una forma. Non riuscivamo a trovare il divertimento, né la passione. Abbiamo sottoposto il progetto ad un periodo di rivalutazione, ma in effetti, ciò che abbiamo valutato era se quello fosse davvero il gioco che volevamo realizzare. E la risposta è stata no […] Questo non significa che in futuro non torneremo a creare MMO, ma non è ciò che desideriamo fare in questo momento.

Chris Metzen, responsabile dello sviluppo franchise in Blizzard, ha osservato che “la virtù di sapere quando smettere è importante. Stavamo perdendo prospettiva, ci stavamo impelagando. Quindi abbiamo permesso a noi stessi di fare un passo indietro e ridiscutere perché diamine stessimo facendo quel che facevamo”. Stando ad alcune recentissime rivelazioni di Kotaku, Project Titan era un MMO articolato in due fasi: nella prima, ambientata durante il giorno, i giocatori conducevano una vita ordinaria con mestieri normali; nella seconda, invece, potevano vestire i panni di eroi con poteri speciali durante la notte, affrontando fantastiche battaglie in realtà alternative alla nostra. Un rumor dello scorso anno, periodo in cui si diceva che Project Titan fosse tornato al tavolo di progetto, parlava di viaggi nel tempo attraverso cui gli utenti avrebbero potuto scoprire versioni mitizzate dell’Antica Grecia, della Roma imperiale e del Nord vichingo.

Pare insomma che Blizzard abbia molti concept interessanti tra le mani, ma che nessuno tra questi sia veramente adatto a trasformarsi in un MMO di successo; è questa l’unica conclusione possibile a fronte di un processo creativo durato 7 anni e costato 50 milioni di dollari, oggi andati in fumo. Quel che da giocatori possiamo augurarci è che le ambizioni del team si realizzino nell’ambito di altri generi, per quanto comprensibile sia l’esigenza di rimpiazzare un World of Warcraft in pieno declino. Poche altre case sarebbero sopravvissute ad un simile fiasco economico, ma è improbabile che persino Blizzard possa permettersi altri anni d’inerzia inseguendo l’idea vincente. Se qualcosa nascerà, lo farà dalle macerie di Project Titan, e in tempi relativamente brevi.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi